le identità del corpo-giusy barbagiovanni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

le identità del corpo-giusy barbagiovanni

Messaggio Da melusina il Lun Feb 04, 2008 2:41 am

viaggio nell'antropologia della danza. di giusy barbagiovanni

posto alcuni passi o concetti che mi hanno colpita, più che altro assaggi perchè lo sto ancora leggendo. mi è utile fare questi riassuntini sul forum così non li perdo di certo Laughing

cap.1 - il linguaggio del corpo tra rito e mito

"la danza è il linguaggio che per eccellenza esprime l'interiorità dell'uomo, manifestando nella storia delle diverse etnie e culture, attraverso il simbolismo e la potenza del gesto, l'energia delle profonde pulsioni dell'inconscio collettivo".qui riprende un concetto dello psicanalista groddeck e lo ritrovo nel mio modo di concepire la danza come unicum che poi viene codificato in modo diverso in epoche e luoghi diversi, ma che nasce sempre dalla stessa esigenza di espressione.sottolinea anche come la danza sia stato il primo atto religioso e inizia una breve descrizione delle antiche danze egizie, vi posto un'immagine che c'è nel libro perchè mi ricorda qualcuno..


notare anche il gonnellino con quelle che mi sembrano essere monetine :P

sentite cosa facevano:"alcune danzatrici che si muovono all'unisono mantenendo l'equilibrio del corpo, reclinato all'indietro, appoggiandosi su una gamba sola e innalzando etrambe le braccia parallelamente alla gamba sollevata" (non ho capito, ma come facevano??sono tutte cose dedotte da pitture tombali a saqqara, cercherò le immagini su internet).

edit: penso si riferisca a questa



cap.2 - la maschera che danza il sistema del mondo

"l'arte tribale è il mezzo attraverso il quale, tramite la comunicazione non verbale, si esprime la condivisione di saperi e di valori nei quali interagiscono contenuti che appartengono sia alla sfera ontologica sia a quella trascendentale...attraverso la ritualizzazione dei miti e quindi attraverso il rito avviene una fedele riproposizione dei gesti e delle azioni esemplari degli dei e imitando gli dei, l'uomo si mantiene nel sacro e quindi nella realtà"

qui parte un discorso sulle maschere, definite a volte sculture in movimento e che che contengono ed emanano un'energia vitale molto forte.c'è poi un passo che ci riguarda quando parla delle danze dell'africa del nord, che si basano su movimenti tremolanti e ondulatori del busto, tipici delle danze definite dallo storico della danza curt sachs "semiconvulse" e che rivelano in questa caratteristica la capacità di sdoppiamento delle civiltà sciamaniche (urcaccia Laughing )

cap.3 - i sapori della danza

questo tratta la danza indiana, per chi è appassionato è molto interessante. a un certo punto dice che i movimento della testa sono 24, del collo 4, delle sopracciglia 6, degli occhi 44 ( Shocked affraid :cyclops: ) e 57 i mudra delle mani.....ci credo che debbano impararla da piccoli!infatti dai tempi antichi esistevano queste devadasi, ovvero danzatrici dei templi, addestrate alla danza sacra e alle arti erotiche fin da piccoline...e raggiunta l'adolescenza offrivano la propria verginità al fallo di pietra di shiva......e quindi dei sacerdoti rappresentanti del dio.........ed ecco la prostituta sacra (che nervi, non mi va giù sta cosa Suspect ). in seguito sono passate dal tempio alla corte del principe (le rajadasi).

ah ma lo sapevate che avatar significa incarnazione?? :face:

cap.4 - il corpo e il suo doppio

sulle danze balinesi

cap.5 - la danza delle spose celesti

il teatro danza khon thailandese (grande rammarico di esserci stata senza vederle)

e fin qui sono arrivata per ora. tongue

_________________
Danzare la vita!
avatar
melusina
Moderator
Moderator

Numero di messaggi : 4115
Località : milano
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum